Mag
10

di Noa, Graziano, Salvatorebbn_srl_facebookjpg

 

Molti docenti già da tempo creano per i propri studenti risorse on line da usare o condividere in classe: in realtà lo si è sempre fatto, anche in era “analogica”. Il digitale offre solo nuove possibilità e nuovi strumenti. Un insegnante e uno studente possono creare da sé molto, per migliorare e ristrutturare i percorsi di apprendimento: possono  costruire risorse multidisciplinari, multimodali, mischiare elementi diversi tra loro (audio, video, immagini, file). Possono usare contenitori presenti su web per salvare i propri lavori e successivamente rielaborarli e condividerli.

Nella costruzione dei contenuti si è ragionato e lavorato per un testo inclusivo e accessibile? O piuttosto si è creato uno sterile addendum? Sappiamo che per legge i materiali didattici devono essere accessibili alle tecnologie assistive. Cosa comporta quest’obbligo nella creazione di materiale on line?

E se ho usato un contenitore, che sicurezza ho di essere in possesso del materiale creato?

Che uso devo e posso fare delle immagini e di quel che si trova in rete?

Ci siamo resi conto che queste domande hanno spesso bisogno di risposta tra gli insegnanti.

Per questa ragione abbiamo pensato a un percorso formativo nuovo e utile per la creazione di risorse educative digitali capace, da una parte di segnalare quali siano i campanelli d’allarme da monitorare quando si costruiscono contenuti per la rete, dall’altra di descrivere quali siano gli strumenti indispensabili per costruire contenuti anche dal basso che rispondano alle necessità formative di tutti gli studenti.

webinarAbbiamo scelto la formula del webinar, perché lavoriamo in rete e perché vogliamo coinvolgere il più alto numero di persone, di docenti curiosi, di sperimentatori, di amanti della didattica: vogliamo che sia un’occasione sì di formazione, ma anche di condivisione, di reale interazione. Vogliamo che di questo percorso formativo resti traccia nel quotidiano, che quanto verrà detto e discusso si trasformi in buona pratica.
Per l’organizzazione e la creazione di contenuti didattici che devono essere letti su schermo crediamo che siamo ormai tutti concordi che siano necessario un approccio mentale e un percorso progettuale diversi da quelli che normalmente si seguono quando si scrive per qualcosa che sarà stampato.

Certo, alcuni elementi non cambiano: un testo deve comunque essere scritto bene, deve essere comprensibile per chi lo leggerà, deve essere pensato per rendere il più possibile semplice l’apprendimento. Su questo non ci piove.

Ora, pensiamo a un testo e ragioniamo in termini di suo sviluppo esclusivamente digitale. Cosa cambia nella progettazione? Su cosa è necessario concentrare la propria attenzione e quali risultati è possibile attendersi?

webinar_scuolastore_bbn_0In un recente post pubblicato su La Vita Scolastica abbiamo sottolineato quanto sia importante che i contenuti siano accessibili e liquidi. Ma da dove partire? Tutti devono cimentarsi nella creazione di contenuti didattici digitali?

Abbiamo provato a dare risposte concrete a questi interrogativi. Se vuoi saperne di più: http://www.scuolastore.it/it/conferences/creare-risorse-educative-digitali

 

 

 

Posted in Accessibilità, Diritto d'autore, formazione, insegnanti | Tagged , , , , , | Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *