Giu
06

School BookCamp: Legislazione e Futuro

postato da Federico Lera in Commenti

Sono passati ormai parecchi giorni dal termine dello SchoolBookCamp di Fosdinovo (magistralmente organizzato dall’amica Noa) e solo ora mi permetto di postare qui sul blog questo mio piccolo contributo, dopo aver a lungo pensato a tutto quello che è stato detto, proposto e pensato (per il presente e per il futuro).
E’ stata un’esperienza altamente formativa per chi, come me, vive il fenomeno dell’evoluzione dell’editoria digitale dall’esterno, da professionista che deve essere un tratto d’unione fra chi lavora, pensa, innova e chi lavora, pensa e (a suo modo) regola.
Mi sono reso conto di quanto sia folle tentare di rinchiudere dentro schemi normativi preconfezionati l’evoluzione di un fenomeno che, sempre di più, spingerà l’esperienza della conoscenza umana verso modi e forme di comunicazione del pensiero che una Legislazione vecchia di decenni (pur con i suoi innumerevoli e non sempre utili aggiornamenti) non può, e non dovrebbe, cercare di limitare con i suoi schemi preconfezionati.
L’attuale situazione del “testo digitale”, nella sua immobilità, può certo essere ancora regolamentata dagli schemi concettuali propri di una Legislazione in materia di diritto d’autore che trova le sue radici in anni in cui la spinta all’innovazione non era tale da necessitare aggiornamenti (quasi) quotidiani ad una disciplina normativa che ha la necessità di porre le basi per un regolare e giusto sviluppo del fenomeno.
Ma le idee e i progetti che ho avuto la fortuna di ascoltare nel corso del dibattito (a volte acceso) sviluppatosi nel corso del BookCamp mi impone una riflessione sulla possibilità di rinchiudere in schemi arcaici la spinta innovativa che tutte le persone che ho incontrato ed ascoltato hanno manifestato nel corso dell’evento.
Col cuore, e non con la mente (che mi impone di rinchiudere la realtà in uno schema normativo ben chiaro), mi sento di dire che saranno tempi duri per chi, come me, avrà il compito di rendere applicabile una Legge immobile ad un fenomeno in continuo e perenne fermento: l’evoluzione della conoscenza, delle modalità di trasmissione del pensiero e della cultura, andranno incontro ad una rivoluzione che renderà necessario un ripensamento di quella che è la normativa attuale, per creare le basi di un sistema Legislativo che invece di porre limiti e barriere di contenimento, sia in grado di delimitare senza bloccare la strada in cui i muovono fin d’ora i protagonisti di questa lenta, silenziosa ma inesorabile spinta innovativa.
Solo un produttivo e non cieco confronto con questi soggetti, quali di certo sono tutti i partecipanti al BookCamp, permetterà a chi deve scrivere le nostre Leggi di comprendere e capire un momento storico in cui il passato deve cedere il passo al futuro, senza blocchi o limiti preconfezionati, ma nel tentativo di costruire schemi normativi in cui il futuro possa nascere senza inutili e vetuste restrizioni.

Posted in Commenti | Tagged , , | Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *